Indietro

Rapporto di sostenibilità 2020

Lettera del Presidente

Lettera del Presidente

È con emozione e orgoglio che desidero condividere, come sempre con tutti voi, alcune riflessioni e considerazioni. Le conseguenze della pandemia, che appena un anno fa credevamo potesse essere un fenomeno temporaneo, sono sotto gli occhi di tutti, e non esistono strategie né scorciatoie in grado di garantire una rapida inversione di tendenza.

In questi mesi si è parlato spesso di resilienza, la capacità di reagire in occasione di particolari traumi e difficoltà e, al di là di ipotesi, stime e proiezioni degli esperti, credo che il concetto sia prossimo a quello di sostenibilità.

Non vi è dunque momento migliore, più coerente ed attuale, per presentarvi il nuovo Rapporto di sostenibilità del Gruppo Cattolica, soprattutto perché credo che reagire all’impatto devastante della pandemia con uno sguardo al passato, ma con l’impegno di preservare il futuro, rappresenti una delle chiavi di lettura più interessanti e sfidanti per il nostro Gruppo.

Con il trasporto e la passione di chi è coinvolto in prima persona, condivido con voi l’ultimo Rapporto di sostenibilità di Cattolica quale Società cooperativa. Il percorso di crescita e rinnovamento della Compagnia si è sempre basato su principi sostenibili per i Soci, gli Azionisti e i dipendenti. In questi anni abbiamo creato un grande valore per i nostri stakeholder e l’abbiamo fatto con i principi di un Gruppo moderno, aperto al mercato.

Dal 2017, anno in cui, con il supporto di tutto il Consiglio di Amministrazione, abbiamo deciso di valorizzare anche in ottica sostenibile gli investimenti e il rapporto con i Soci e gli investitori, abbiamo aperto la nostra casa a idee innovative e progetti green e attribuito un’attenzione ancora più grande al territorio.

Oggi l’Europa con il suo Recovery plan ha dettato la linea degli investimenti futuri per gli Stati Membri e le aziende, ed è con grande orgoglio che voglio dirvi che Cattolica percorreva già questa strada da diversi anni. Rivoluzione verde e transizione ecologica, infrastrutture sostenibili, istruzione e ricerca: questi capisaldi del futuro tracciati da Bruxelles sono già presenti nei nostri investimenti finanziari e immobiliari, ma si possono toccare con mano, solo per fare un esempio tra i tanti, visitando le Tenute di Cattolica, a Ca’ Tron. 

La storia del nostro Gruppo dimostra come ogni evoluzione aziendale sia stata determinata dalla predisposizione al cambiamento. Oggi Cattolica affronta questa nuova fase con fiducia e ottimismo, perché chi ci conosce sa che siamo abituati a guardare al futuro facendo leva sulle nostre radici e sulla forza della nostra solidità.

Ci sono passi che non si possono rinviare e come sempre li abbiamo affrontati con rapidità e decisione, senza temere il cambiamento, per una semplice ragione: trasformarsi significa rinnovarsi, rafforzarsi, crescere.  

Ora inizierà una nuova fase. Quella di una realtà ambiziosa, solida e con grandi potenzialità per evolversi e competere con successo, anche con la creazione duratura di valore e una sostenibilità concreta ed efficace quali obiettivi irrinunciabili. Si tratta di un’evoluzione necessaria per poter crescere e rimanere un’impresa di riferimento del settore.

Sono convinto che tutto questo si possa realizzare, in un futuro che è già iniziato.

Paolo Bedoni
Presidente

 

Continua a leggere

Lettera dell'Amministratore Delegato

Lettera dell'Amministratore Delegato

In un anno in cui l’idea di cambiamento ci ha colti di sorpresa come mai era accaduto prima, la diffusione planetaria del Covid-19 e la relativa crisi innescata dalla pandemia hanno determinato lo shock sociale, economico e relazionale più intenso dal dopoguerra ad oggi, e continueranno ad esercitare un impatto profondo e duraturo su imprese, famiglie e individui: sulle vite di tutti.

Il mondo si è trasformato, anche noi dobbiamo farlo: conosciamo i rischi e le domande del presente, ma è nostro dovere cercare di immaginare i trend e le dinamiche che si affermeranno nel prossimo futuro.

Tra gli economisti e gli esperti di fenomeni sociali vi è la quasi totale unanimità sul fatto che la post pandemia vedrà una polarizzazione, e spesso una radicalizzazione, di tendenze evolutive già in atto, tanto in positivo che in negativo: ad esempio la creazione di una maggiore disuguaglianza sociale e in termini di ricchezza ma anche una aumentata sensibilità nei confronti del pensiero della sostenibilità, che diverrà sempre più centrale e pervasivo nel dibattito politico ed economico. 

A questo rinforzato sentimento verso un’idea di sostenibilità più tangibile e quotidiana noi vogliamo contribuire con l’impegno del Gruppo Cattolica, testimoniato e reso vivo anche da quanto questo Rapporto di sostenibilità presenta e racconta. 

In uno scenario complesso e imprevedibile, un elemento si delinea tuttavia con chiarezza: i rischi e le opportunità di natura non finanziaria, rappresentati dai fattori ESG (ambiente, società e governance) sono più determinanti che mai e il loro impatto sulle scelte di istituzioni, aziende e altre realtà socio-economiche è inestimabile. Saranno queste variabili a condizionare e talvolta a determinare anche il successo o l’insuccesso degli obiettivi economici e finanziari di un’impresa ma anche di un sistema economico, e in parte questo fenomeno fa già parte del nostro presente.

La pandemia ancora in atto, pur in un quadro reso meno fosco dalla diffusione dei vaccini, ci sta offrendo molte occasioni di riflessione non soltanto legate ai temi della sostenibilità ma, più in generale, al ruolo presente e futuro delle imprese all’interno del sistema economico su scala planetaria. Ci spinge anche ad azzerare e reimpostare molte delle nostre priorità e dei nostri obiettivi, di fronte alla prospettiva di ricostruire l’economia e la finanza. È una fase drammatica che offre tuttavia un’opportunità unica: realizzare riforme e promuovere il cambiamento in ambiti troppo spesso sottovalutati o trascurati.

Come Gruppo assicurativo è nostro compito salvaguardare e proteggere la vita di individui, famiglie, imprese, facendo la nostra parte e consapevoli del nostro ruolo.

Credo che anche i nostri stakeholder, e in generale tutti i soggetti che nutrono interesse e si sentono vicini a Cattolica, ripongano fiducia nella nostra crescita e in un’evoluzione positiva della storia aziendale: nelle nostre performance, certamente, ma anche e soprattutto nelle modalità in cui saremo in grado di sviluppare il nostro business, proteggere chi si affida ai nostri prodotti e servizi, contribuire allo sviluppo e al sostegno della comunità.

Questa consapevolezza ci infonde nuove energie, ci motiva ad ogni livello dell’organizzazione e ci induce a rinnovare il nostro impegno per offrire un contributo economico e sociale che sia all’altezza delle difficoltà dei tempi.

Sappiamo di poter contare sulle competenze e l’impegno delle nostre persone, sulla forza del nostro brand e dei prodotti e servizi che offriamo, e ora anche sulla visione strategica e sulla formula imprenditoriale derivanti dalla partnership con il Gruppo Generali.

Possiamo imparare molto dall’esperienza dell’anno appena trascorso e iniziare il nuovo decennio con una consapevolezza diversa sulle tematiche chiave: concepire e realizzare nuovi modelli di crescita economica, ripensare al ruolo di un capitalismo più consapevole delle tematiche ambientali, progredire in modo deciso verso la cooperazione e l’integrazione tra realtà politiche ed economiche, necessità che il virus ha mostrato con lampante evidenza. 

Mi piace immaginare che il sentiero che ha inizio oltre la pandemia sia sostenibile nel senso più ampio e pieno del termine e che una realtà come Cattolica possa recitare un ruolo di primo piano: è un obiettivo cui tengo particolarmente e per il quale mi impegno in prima persona, fiducioso che, con l’energia e la convinzione di tutti, possa essere raggiunto.

Carlo Ferraresi
Amministratore Delegato

 

Continua a leggere

Analisi di materialità

Proseguendo un percorso iniziato nel 2017, Cattolica ha rinnovato la riflessione in merito ai temi materiali emersi dall’analisi, vale a dire gli argomenti e le tematiche che rivestono una rilevanza particolare sotto il profilo sociale, ambientale ed economico, tanto da essere prioritarie per il Gruppo e i suoi stakeholder.

In particolare, sono state confermate le valutazioni del top management e dei dirigenti realizzate nel 2019 e inclusi i risultati delle attività di stakeholder engagement precedentemente descritte.

L’analisi di materialità 2020 e la matrice che ne rappresenta la sintesi grafica sono state esaminate dal Comitato per il Governo Societario e la Sostenibilità, che ha espresso parere favorevole a quanto presentato in data 15 febbraio 2021 e ne ha dato successivamente informativa al Consiglio di Amministrazione.

 
 

Highlights

ENERGIE RINNOVABILI
Investimenti per
207
mln €
 
FORMAZIONE
Ore erogate
25.876
h
 
FONDAZIONE CATTOLICA
Erogazioni complessive oltre
2,1
mln €
 
 
 

Dati e Grafici

È possibile consultare i dati scegliendo la modalità di visualizzazione (grafico o tabella), il set di indicatori di interesse e il periodo, selezionando gli anni nel menù a tendina. Per visualizzare i dati numerici è sufficiente toccare le barre dell’istogramma.
Cliccando sugli indicatori presenti nella legenda sotto al grafico è possibile inoltre escluderne la visualizzazione.
Scegli la visualizzazione
Scegli il set di indicatori
Scelta multipla
Scegli il periodo
Scelta multipla

    2017 2018 2019 2020
VALORE ECONOMICO GENERATO DAL GRUPPO DATI ESPRESSI IN MILIONI        
Valore economico generato   879,1 1.183,1 1.179,9 1.138,6
Valore generato distribuito   792,4 1.009,4 1.022,3 1.011,2
Valore generato trattenuto   86,7 173,8 157,6 127,4
SPACCATO VALORE ECONOMICO DISTRIBUITO DATI ESPRESSI IN MILIONI        
Dipendenti   193,6 204,7 213,1 214,8
Agenti e intermediari   488,8 621,8 637,9 582,8
Azionisti   26,3 40,4 36,1 41,4
Finanziatori   12,5 39 41,2 40,1
Pubblica Amministrazione   64,4 94,1 85,9 127,8
Collettività   6,6 9,5 8,1 6,3

Cosa abbiamo fatto

NOV.20 GEN.21

 

Assegnazione al Gruppo di un solicited rating da parte di una società di rating specializzata.

 

GEN.20 DIC.20
 

Sviluppo di progettualità che vedono nelle Tenute di Cattolica Assicurazioni una risorsa da valorizzare sotto il profilo della produttività agricola sostenibile, con miglioramenti colturali e la partnership con soggetti esterni per progetti di innovazione sociale e ambientale.

OTT.20 GEN.21

 

Rafforzamento delle attività di stakeholder engagement con l’inclusione di nuove categorie.

 

ONGOING

 


Redazione e approvazione di una Politica Anticorruzione di Gruppo.

 

GEN.20 SET.20

 

Definizione di attività formative ai dipendenti su tematiche di CSR, per diffondere una cultura della sostenibilità in azienda.